30 May
30May


Invitalia, Agenzia nazionale per lo sviluppo di proprietà del Ministero dell'Economia, gestirà 403 milioni di euro destinati alle imprese che hanno acquistato apparecchiature, attrezzature, dispositivi elettronici per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori e altri strumenti di protezione individuale.

E' il DL Rilancio, in Gazzetta ufficiale dal 19 maggio 2020, a stabilirlo con lo scopo di favorire l'attuazione delle disposizioni per il contenimento ed il contrasto della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro. Lo stesso decreto ha revocato il bando ISI Inail 2019 promosso dall'INAIL.


Destinatari

Possono far richiesta dell'agevolazione le seguenti imprese, anche individuali:

  • iscritte al Registro delle imprese o all'Albo delle imprese artigiane 
  • imprese agricole iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese
  • imprese agrituristiche  
  • imprese sociali iscritte al Registro delle imprese,     


Acquisti agevolabili

Le imprese accedono al beneficio per l'introduzione nei luoghi di lavoro, successivamente al 17 marzo 2020, di interventi per la riduzione del rischio di contagio attraverso l'acquisto di:

a) apparecchiature e attrezzature per l'isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione;

b) dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;

c) apparecchiature per l'isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi;

d) dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro; sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio;

e) dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.


La misura del contributo

Il contributo varia a seconda del numero dei dipendenti, fino ad un massimo di:

  • euro 15.000 per le imprese fino a 9 dipendenti,     
  • euro 50.000 per le imprese da 10 a 50 dipendenti,
  • euro 100.000 per le imprese con piu' di 50 dipendenti.     


I contributi sono concessi con procedura automatica e sono incompatibili con gli altri benefici, anche di natura fiscale, aventi ad oggetto i medesimi costi ammissibili.